Riprendere Palermo. Autore: Davide Idee.

Riprendere Palermo.

Intrappolati alla stazione,
sdraiati come cani
all’ombra dei muretti,
il sole batte sulle teste
di giovani e vecchi
nostalgici della passata stagione
– mentre Palermo ti sorride,
tra gli zingari, le botteghe chiuse
e le vesciche, aperte feritoie
d’un immeritato carcere;
festeggiano, ridenti,
le buone famiglie dal sangue infetto
(tra le rughe eloquenti,
il complesso e il difetto);
i pendolari, attaccati alle maniglie
d’un suburbano sottopassaggio,
lentamente proseguono l’esodo;
una voce d’altoparlante gli fa eco
giustificandosi, annunciante:
<<L’unificazione arriverà
con 150 anni di ritardo,
ci scusiamo per il disagio>>.
Penso alla Vucciria
– pregevole parentesi anarchica
nel fascino della rovina,
immenso teatro di posa
per un datato neorealismo;
e, d’altra parte,
lo spettro del turismo
e del villaggio vacanze
per faccendieri australiani
o geologi giapponesi
s’agita, costante;
persi in un mare di parole,
– indegne, disattese
e mai onorate –
ora, al mercato di Ballarò,
una malinconia romantica
affolla i pensieri dei presenti:
l’odore di pesce e di morte
nutre gli sguardi, gl’umori
– cui, per timore di codardi,
non abbiamo preso parte –
e ti si attacca addosso,
come gl’accattoni
che fanno il fermo al porto.
Eccomi: sono il figlio vostro
e mi prodigo ostinatamente
nel non volervi insegnare niente
su come si stia al mondo,
perché c’è tanto da imparare
contemplando avidamente.
Palermo è la vera città eterna:
essa è come appare
e, al contempo,
impossibile da riprendere;
le sue storie si disperdono
nel racconto inesplicabile
del disarmo generale,
del dileggio alla fatica,
del paesaggio da guardare;
sia quel che sia, vada come vada,
ciao – ma viva l’Africa!

IMMAGINE DI COPERTINA GUTTUSO VUCCIRIA

POTETE LEGGERE ALTRI PEZZI DI DAVIDE IDEE SUL SUO SITO:

DAVIDEIDEE.COM

2 risposte a “Riprendere Palermo. Autore: Davide Idee.

  1. Pingback: Riprendere Palermo | davideidee.com·

  2. Palermo è una città di contraddizioni. Passi dall’opulenza alla miseria senza nemmeno accorgertene, Palermo però, nel bene o nel male, ti rimane sempre addosso, come un vestito, o un odore indelebile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...